Arnold Schwarzenegger Fisico: Oggi e Prima

In questo articolo parleremo dell’evoluzione del fisico diArnold Schwarzenegger nel corso degli anni, dai tempi d’oro del Mr Olympia fino ad oggi alla veneranda età di settant’anni.

Ma cominciamo con un po’ di storia..

Arnold Schwarzenegger è nato nel villaggio austriaco di Tahl il 30 luglio 1947.

I suoi genitori Gustav e Aurelia e il fratello maggiore Meinhard lo hanno cresciuto in una vecchia casa al secondo piano. Anche se il padre lavora per il dipartimento di polizia, la famiglia è molto povera e non possiedono un frigorifero da anni.

Ho praticato molti sport da ragazzo, come calcio, atletica, boxe, giavellotto e altri.

Dopo un po’ di tempo, si rese conto che gli sport di gruppo, in generale, non facevano per lui e che il suo interesse era più verso qualcosa che gli permettesse di svilupparsi in modo più personale, cioè attraverso un programma personale e non attraverso le competizioni.

Si interessò al body-building come risultato naturale di questo approccio e concetto, che gli sembrò immediatamente la sintesi perfetta di ciò che stava cercando. In palestra iniziò a sollevare pesi.

Cercò un allenatore man mano che le sue esigenze cambiavano, non solo per migliorare i suoi esercizi ma anche per fare il salto tecnico che non poteva fare da solo.

Come primo passo, l’esperto suggerisce di concentrarsi su bicipiti e pettorali trascurando le gambe. Il massiccio sviluppo muscolare di Schwarzenegger, per il quale diventerà famoso, diventa visibile in breve tempo.

Il signor Austria, Kurt Marnul, è stato l’uomo che ha incontrato nel 1961. Schwarzy non poté rifiutare l’offerta di Marnul di allenarsi all’Athletic Union di Graz dopo essere stato colpito dalla massa muscolare del ragazzo. Nel frattempo, arriva l’obbligo di servizio militare del 1965. Nonostante le difficoltà, riesce a rimanere in forma anche in caserma.

Dopo essere stato congedato, partecipa alle competizioni. Il suo primo tentativo è un successo. Dopo aver vinto Mr. Europa Jr. viene nominato Mr. Europa poco dopo. Vince anche Mr. Universo dopo aver battuto tutti i concorrenti (gareggiando contro Reg Park, il suo idolo). Ci vogliono due calcoli perché gli organizzatori si rendano conto che è il più giovane haloed di sempre, tra le altre cose. Franco Columbu diventa il suo amico di allenamento e di vita durante questo periodo.

Dopo di che, gareggia in altre competizioni, tutte vinte. Schwarzy sapeva, quindi, che il giovane atleta era ormai diventato un personaggio, che si era costruito un’immagine. Per avere accesso a quel mondo dorato, cercò di utilizzare quel ruolo mediatico, anche se piccolo, che aveva sviluppato. Nel 1968, il film arriva in America. Mr. Olympia fu il nome che vinse nel 1971, un titolo che aprì le porte al suo primo lungometraggio, “Hercules in New York!”.

Il 1971 segnò anche la morte del fratello maggiore di Arnold, Meinhard. L’anno successivo morì anche Gustav, suo padre. Il bodybuilder Arnold Schwarzenegger si ritira dal bodybuilding dopo aver vinto sei titoli Mr Olympia. Il successo segue due anni dopo. È anche un allenatore onorario di sollevamento pesi alle Special Olympics International dopo aver scritto un bestseller (“The Education of a Bodybuilder”) e aver vinto un Golden Globe per “Stay Hungry”. Pumping Iron è un’altra vera chicca per i fan del bodybuilding, in cui racconta la storia della sua vita e delle sue lotte. Presenta un cast illustre che include Franco Columbu, Lou Ferrigno, Sergio Oliva e altri nella sfera del bodybuilding.

La sua futura compagna, Maria Owings Shriver, si trova ad una partita di tennis a New York. Inoltre, poche persone sanno che Schwarzy non è semplicemente un bodybuilder senza cervello, e si è laureato in Economia e Marketing per il fitness fisico all’Università del Wisconsin Superior nel novembre 1979, riscattando in questo modo, oltre che con il successo professionale, una vita di povertà e difficoltà. Ha vinto il suo settimo titolo di Mr. Olympia nel 1980 quando è tornato alla competizione.

Nel 1983, Schwarzenegger diventa cittadino degli Stati Uniti. Questo è l’anno in cui viene nominato dalla NATO (National Association of Theater Impresarios) star internazionale dell’anno. Avendo recitato in molti film, ora è una star internazionale e riceve la sua 1847esima piastrella sulla Walk of Fame di Hollywood il 2 giugno 1987. Nel 1989, Arnold indovina una nuova impresa commerciale: Planet Hollywood (un club che comprendeva anche Sylvester Stallone, Bruce Willis e Demi Moore).

Schwarzy non dimentica mai il suo vecchio amore e lo sport che lo ha reso quello che è oggi. Nel 1989, ha prodotto uno dei più importanti tornei di body-building, l’Arnold Classic. La famiglia Schwarzenegger è invece guidata da Katherine Eunice Schwarzenegger (13 dicembre 1989).

L’episodio di “Tales from the Crypt” che dirige. Viene nominato presidente degli Inner-City Games. La seconda figlia di Schwarzenegger nasce nel giugno 1991. Apre il ristorante di sua proprietà “Schatzi on Main”. Per il suo successo al botteghino, Arnold è stato premiato come star del decennio nel 1993. Arnold e Maria Schwarzenegger hanno un terzo figlio, Patrick Arnold Schwarzenegger, nato il 18 settembre 1993.

Ha girato cinque film nei tre anni successivi: “True Lies” e “Junior” nel 1994, “Eraser” e “Terminator 2” nel 1995-1996 e “Jingle All the Way” nel 1997. L’anno successivo Arnold recitò nel suo 35esimo film, “Batman & Robin”. Il loro quarto figlio nacque nel 1997, Christopher Stanley Schwarzenegger. Un’operazione al cuore molto delicata fu eseguita il 16 aprile 1997, e fortunatamente l’attore ne uscì indenne. Nel film, Schwarzenegger viene onorato dal sindaco di Sturm Graz rinominando lo stadio sportivo Arnold Schwarzenegger Stadium mentre si incontra con vecchi amici e membri della famiglia che sono rimasti nel paese. Un attacco di cuore ha ucciso la madre di Aurelia Arnold nel 1998.

Una pausa di due anni dal cinema ha visto il ritorno del “gigante gentile” con “End of Days”, mentre “The 6th Day” è uscito nel novembre 2000 negli Stati Uniti. Nel 2001 deve decidere se perseguire una carriera politica o continuare la sua carriera cinematografica.

“Macchine ribelli” uscì nelle sale il 7 ottobre 2003, lo stesso giorno dell’elezione di Arnold a governatore della California, seguendo le orme di Ronald Reagan, che servì lo stato della California come governatore e poi come presidente prima di ritirarsi dal governo. Nonostante la sua nascita austriaca, Schwarzy non poteva ricoprire la carica di Presidente.

immagine di Antonio Rosini di In Forma con Tony

AUTORE

Antonio Rozini

Sono un’appassionato di fitness, alimentazione sana e palestra che lavora e vive a Roma, la mia città natale. Avendo passato oltre un decennio a studiare il corpo umano e provare innumerevoli tipi di diete e allenamenti, ho deciso di creare questo portale con un team di esperti di supporto per condividere le nostre esperienze personali, le migliori risorse disponibili in Italia ed aiutare gli altri nel loro percorso verso una migliore versione di loro stessi.

Torna alla homepage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *